Loading...
Scaling the space
Configurazione di un nuovo scenario urbano, sociale e commerciale
mediante l'attrezzamento di aree residuali urbane
con interventi adattabili, integrabili e reversibili.

Elaborato di tesi: Scaling the space

  • Politecnico di Milano
  • Facoltà del Design, Laurea in Design degli interni
  • Corso: Laboratorio di sintesi finale A.A. 2010/2011
  • Docenti: G. Piccinno, L. Calvi, D. Fassi, O. Pogliani, M. Rossi
  • Componenti del gruppo: E. Sottocornola, F. Tiraboschi
Scenario introduttivo

Il progetto sviluppato si inserisce nell'ambito di "100 Virtuous cities", un'iniziativa più grande già presentata all'Expo Shanghai 2010 "Better city, Better life".

"100 Virtuous cities" è una ricerca e un programma di sviluppo creato e svolto dal Dipartimento INDACO del Politecnico di Milano e dalle imprese Interface Global Ecosystems e Tic (Team Innovation Consultants). Obiettivo principale della ricerca è quello di riconsiderare le aree residuali urbane, le aree parcheggio e il tempo della sosta, attribuendo loro nuovi valori e nuove funzioni quali luoghi o momenti utili al cittadino e alla città, per generare qualità diffusa nel territorio attraverso l'erogazione di servizi innovativi e di qualità.

Prerequisiti di progetto

L'area del modulo servizi oggetto di studio è costituita da un rettangolo, i cui lati misurano 5 e 6 metri. L'unità di base costituisce una vera e propria matrice compositiva del sistema, che permette di allestire lo spazio in modo flessibile con la possibilità di adattarsi alle configurazioni spaziali esistenti.

I parametri predefiniti che connotano l'unità-modulo servizio sono:
  • reversibilità e adattabilità;
  • flessibilità;
  • modularità;
  • trasportabilità;
  • facilità di montaggio;
  • capacità configurativa.
Concept di progetto
Lo studio e l'analisi condotti in fase preliminare hanno fatto emergere un'interpretazione del rapporto di scala strettamente connessa ad una logica di espandibilità concepita come salto di scala.
Sviluppo del modulo unit e del layout d'area

Il modulo unit nasce come un volume inserito all'interno di tre portali in acciaio. Il salto di scala come contrazione ed espansione di volumi, si traduce nella sottrazione di un quarto del volume complessivo della unit. L'aggregazione di molteplici unità permetterà di generare non solo grandi spazi addizionandone di più piccoli, ma anche piccoli spazi all'interno di spazi più grandi.

La chiave interpretativa relativa alla crescita, viene resa nello sviluppo della unit attraverso l'applicazione di verde pensile in copertura e la realizzazione dei tamponamenti verticali con carta riciclata, traducendosi così come rivalorizzazione dei materiali impiegati.

In ultima analisi, l'orientamento diviene fondamentale nella logica configurativa dell'area. Esso viene restituito attraverso l'ideazione di un percorso dalla lettura immediata, tramite una disposizione delle units che generi linee guida visivamente riconoscibili.

Sviluppo di un servizio: temporary shop

I temporary shops sono negozi che vengono aperti per un periodo limitato di tempo. Nascono come una nuova strategia di marketing per contrastare momenti difficili dell'economia: risparmio e creazione di un evento sono le leve che ne decretano il successo. Il punto forza di questa nuova tendenza è la sensazione percepita dagli utenti di partecipare ad un vero e proprio evento che diventa un'esperienza, una sensazione, un momento da ricordare.

Lo spazio in cui questo negozio temporaneo è collocato, è definito dall'aggregazione di due moduli unit. La progettazione dello spazio ha risentito del carattere momentaneo e transitorio dell'evento: gli arredi possono trasformarsi per ogni diversa esigenza e consentire la totale personalizzazione dello spazio. Al suo interno tutto è modulabile e in continuo cambiamento.

Particolare concentrazione è stata quindi posta sullo sviluppo di un unico elemento di seduta e del suo aspetto modulare e componbile. Il modulo seduta è stato progettato tenendo conto di parametri antropometrici e posturali, alla base della progettazione ergonomica, ed è stato reinterpretato come modulo di un sistema più elaborato. L'aggregazione dei singoli elementi permette, infatti, la realizzazione di arredi più complessi quali ad esempio librerie, scaffali e banchi espostivi.


Merate (LC)
+39 340 1814578
eliana@sedesign.it